.
Annunci online

isocialisti
Non parliamo di Socialismo, parliamo del Capitalismo


Diario


7 novembre 2007

Costituente Roma

Nella speranza che i nostri vertici concludano l'operazione, il COMITATO ROMANO PROMOTORE DELLA COSTITUENTE  è in forte attività. Potete seguire gli eventi sul sito
www.psroma.it

                            Sergio Fioramonti




permalink | inviato da isocialisti il 7/11/2007 alle 15:20 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


17 ottobre 2007

Legge elettorale e PD



Zavettieri: legge elettorale sara' banco prova del Pd

“Faccio i miei complimenti al professor Sartori mai tenero con i socialisti, vecchi e nuovi – commenta Saverio Zavettieri - per il suo editoriale di oggi sul Corriere dal titolo “Lo stupidume elettorale”.

Il professor Sartori si chiede se “è intelligente o stupido tenersi per 5 anni una coalizione paralizzata” e se “è intelligente o stupido godersi per 5 anni un capo del Governo che non sa governare, e si risponde, come ogni uomo di buon senso, che “è stupido”. Si chiede ancora cosa “osta” a cambiare e si risponde che “osta soltanto lo stupidume inventato in Italia”. Possibile che una verità così elementare stenti a farsi strada nella classe politica e dirigente di questo Paese e si continui nella difesa ad oltranza di un bipolarismo in camicia di forza, utile a salvaguardare rendite di prigione e rendere inamovibile il ceto politico, e dannoso per il Paese che ha bisogno di governi che governino?

La nuova legge elettorale è il primo vero banco di prova a cui è chiamato a misurarsi il neo Partito democratico e la sua politica delle alleanze, ed in cui sarà definita la strategia dei socialisti e della Costituente che vedrà la luce col Congresso fondativo della primavera prossima”.




permalink | inviato da isocialisti il 17/10/2007 alle 10:46 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


16 ottobre 2007

Partito Socialista







permalink | inviato da isocialisti il 16/10/2007 alle 20:24 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


9 ottobre 2007

Facciamola finita



Em.ma

SE I REDUCI SONO SOLTANTO I SOCIALISTI



Massimo Franco, domenica scorsa a Prima pagina, rispondendo a una signora che chiedeva perchè la grande stampa censurava le notizie sul Partito socialista nel quale si ritrova non solo la diaspora ma anche il gruppo degli ex Ds che con Angius, Spini, Grillini e altri non  confluito nel Pd, rispondeva che si tratta di reduci?. Franco, che è un attento osservatore della politica italiana, in questa occasione ha ripreso un luogo comune. Caro Franco, Veltroni, Bindi, Fassino, D'Alema, Reichlin, Marini, De Mita non sono reduci. E non lo sono Prodi, Signorile e Del Turco non sono più reduci perchè sono nella lista per Veltroni? E nel centrodestra Cicchitto, Bondi, Tremonti, Stefania Craxi e tutta la squadra democristiana non sono reduci, guidati dal grande reduce di Mediaset? E Fini, con tutto il suo stato maggiore, viene da Marte? La verità è che pesa ancora la vicenda di Craxi, che Paolo Mieli ha indicato come ilcapro espiatorio di tutti i mali della Prima Repubblica, e il nome socialista sembra macchiato solo in questo paese. Ebbene rifiutare questa logica perversa è una bellissima battaglia democratica. E chi lucra su questi luoghi comuni, non è certo il caso di Massimo Franco, dovrebbe vergognarsi.

dal Riformista




permalink | inviato da isocialisti il 9/10/2007 alle 9:51 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


7 ottobre 2007

7 Ottobre

Dopo quindici anni si ricompone la "diaspora" dell'ex Psi
Alla costituente i vecchi del partito craxiano, ex diessini ed ex Margherita

Laici e riformisti, torna il partito socialista

E la sinistra italiana si divide in tre

Boselli presenta il Pantheon: Loris Fortuna, Giuseppe Di Vittorio e Marco Biagi
Angius a Prodi: "Una svolta e un nuovo governo. Così il centrosinistra perde l'Italia"
di CLAUDIA FUSANI


<B>Laici e riformisti, torna il partito socialista<br>E la sinistra italiana si divide in tre</B>

Enrico Boselli

ROMA - Il rosso è sempre quello, vivo, acceso, ed è dappertutto sullo sfondo e sotto il palco, una struttura semplice, tecno-elegante, tubi Innocenti e plexiglass. Al posto del garofano adesso c'è la rosa e sotto, a caratteri minuscoli, la scritta "partito socialista". Anche la musica è cambiata: l'Internazionale sarebbe per inguaribili nostalgici. Molto meglio far entrare il segretario Enrico Boselli sulle note di Imagine, di Should I stay or should I go dei Clash o dei Pink Floyd.

"Compagni, compagne, amici e amiche...", A Roma, dalle parti dell'Eur, oggi nasce, o meglio rinasce il partito socialista. Auditorium della Tecnica zeppo, facce note che vengono dal libro della storia di quel partito - Gianni De Michelis, Rino Formica, Mauro Del Bue, Ugo Intini e "Bobo" Vittorio Craxi - molte inedite, dai senatori ex diessini Gavino Angius a Roberto Barbieri a Valdo Spini, dal presidente onorario dell'Arci gay Franco Grillini al deputato, ex Margherita, Cinzia Dato. Quindici anni dopo essere stato cancellato da Tangentopoli, oggi rinasce il partito socialista.

"Oddio...", si dirà snocciolando una serie infinita di luoghi comuni, pregiudizi e timori. Boselli va oltre: "Siamo riuniti per gettare le basi ideali e programmatiche del nostro nuovo partito, il partito socialista. La nostra bussola sarà quella del partito socialista europeo". E subito dopo: "Oggi poniamo fine, finalmente, alla diaspora socialista e si rimettano insieme elettori, militanti e dirigenti del Psi e del Psdi". Applausi, qualche lacrima, un filo di commozione.

Ora, al di là delle parole, del politichese e dei punti di vista, oggi succede un fatto preciso: il centrosinistra italiano si fa in tre. Tutta colpa dello tsunami scatenato a sinistra dalla nascita del Pd. Il fatto è che "il partito socialista" nasce prima degli altri - prima del Pd anche se solo di una settimana - e prima della Cosa rossa, che si chiamerà "La sinistra", ma non è ancora chiaro se Sd di Mussi, Rifondazione, Comunisti e Verdi avranno la forza di confederarsi.

Il merito di Boselli, sintetizzando il percorso di questi mesi, è stato quello di aver individuato e delimitato uno spazio lasciato libero da Pd e Cosa Rossa. Lo spazio, dice aprendo i lavori della Costituente, "di una sinistra laica, di governo e riformista". Troppo a sinistra la Cosa Rossa. Troppo spostato al centro il Pd. Per questo sono arrivati da questa parte del fiume nomi come i senatori, ex diessini, Gavino Angius, Roberto Barbieri e Accursio Montalbano. All'ultimo congresso Ds, quello dello scioglimento a Firenze, Angius portò la terza mozione. Poi è stato incerto se passare con Mussi, ma da quella parte c'è troppo massimalismo.

Alla fine è arrivato qua, col suo 10 per cento, perché "il Partito Democratico ha tendenze neocentriste, tanto che non fa parte del Pse, la forza più grande della sinistra europea". E perché, aggiunge, "adesso si può dire che aveva ragione il Psi e torto il Pci visto che si è sciolto". In nome del laicismo sono approdati qua parlamentari come Franco Grillini e Cinzia Dato, diessino il primo, della Margherita la seconda, entrambi nella passata legislatura sono stati in prima fila per i diritti civili e la ricerca scientifica. "Questo partito - dice Grillini - lo vedo come una prateria che fa riferimento alla grande casa europea e che si fa carico di grandi temi come la ricerca scientifica e i diritti civili e fa riferimento a principi di civiltà come la meritocrazia".

Certo, resta il "vecchio" del partito. "Se andiamo a fare l'analisi del sangue a tutti, nessuno è puro" ridacchia Grillini, "il caso Unipol ha tolto ogni primazia sulla questione morale". Valdo Spini invita la platea a lasciar perdere "i percorsi passati di ognuno di noi, ne riparleremo davanti al caminetto tra qualche anno. Quello che ora stiamo facendo è la costruzione di una forza socialista, laica, riformista come quella del socialismo europeo".

Tra progetti europei, questioni che pesano come la ricerca scientifica o più semplicemente gli asili nei posti di lavoro, e propositi di ampio respiro (Rino Formica: "Il socialismo deve rimuovere le cause di disuguaglianza"), i socialisti attaccano ad alzo zero la Finanziaria, l'Unione e il pd. I socialisti nascono e attaccano il governo. Sullo schermo passa un filmato che racconta il Pantheon del nuovo partito: Loris Fortuna perchè "rammenta le grandi battaglie per l'introduzione del divorzio"; Giuseppe Di Vittorio, che fa riflettere sul "valore di un riformismo autentico"; e Marco Biagi "simbolo di un'opera per il riequilibrio delle risorse tra generazioni e per una flessibilità accompagnata da un sistema di sicurezza sociale". Il giuslavorista ucciso dalle Br nel 2002 riceve gli applausi più commossi.

Barbieri attacca la Finanziaria: "E' una manovra spot, senza una visione, piena di sostegni temporanei in cui le proposte hanno tutte una scadenza". Parlano De Michelis ("il decalogo di Veltroni sul fisco è una lista di pii desideri"), Bobo Craxi, cravatta rossa color garofano ("La nostra lealtà al governo non è infinita" e la socialdemocrazia "non è un cane morto"), Ugo Intini.

L'applauso più lungo, con quello dedicato a Boselli, lo prende Angius, è lui che ha fatto il percorso più duro e difficile per arrivare fin qua. "Benvenuto nella tua casa" lo saluta Boselli. Angius spiega perchè è arrivato fin qua: "Perchè qui oggi ci sono primarie delle idee e non delle persone; perchè il divario tra noi e il Pd è incolmabile; perchè ci sentiamo parte del Pse europeo; perchè il Pd ha una deriva troppo centrista e la Cosa Rossa troppo massimalista; perchè vogliamo un capitalismo maturo e socialmente responsabile e perchè in questo paese è in discussione il principio della laicità". Per tutto questo "nasce il partito socialista". E per tutto questo "a Prodi chiediamo una svolta e un nuovo esecutivo": "Non si può andare avanti con un governo in perenne fibrillazione, dove una forza di governo organizza la marcia del 20 ottobre contro il governo, Rutelli parla di alleanze di nuovo conio, Di Pietro presenta leggi con Fini, e ci sono due premier in servizio, uno che tira la carretta e l'altro che disegna il futuro del paese".

Il partito socialista punta, "realisticamente", a una quota di voti "tra il 2 e il 6 per cento". La prossima settimana comincia il tesseramento, "dal basso, via internet (www.costituentesocialista.it) o con conto corrente postale, non una somma di correnti". Chiuderà il 31 dicembre. A febbraio il congresso.

(5 ottobre 2007)




permalink | inviato da isocialisti il 7/10/2007 alle 23:36 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


6 ottobre 2007

E' fatta!




Il Partito Socialista

è realtà


conclusa la Costituente  Socialista  presso L'Auditorium della Confindustra






permalink | inviato da isocialisti il 6/10/2007 alle 16:11 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


2 ottobre 2007

Nasce il PSI

VENERDI 5 E SABATO 6 OTTOBRE 2007
AUDITORIUM DELLA TECNICA
VIA TUPINI,65  ROMA-EUR




permalink | inviato da isocialisti il 2/10/2007 alle 16:43 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


28 settembre 2007

Conferenza di Programma della Costituente Socialista



AUDITORIUM DELLA CONFINDUSTRIA EUR -ROMA


5-6 OTTOBRE 2007




permalink | inviato da isocialisti il 28/9/2007 alle 18:33 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


27 settembre 2007

Consiglio Nazionale

Il Segretario della Federazione di Roma, Sergio Fioramonti, ricorda a tutti i dirigenti

che è convocato

Giovedì 4 ottobre presso l’Hotel Universo - Via Principe Amedeo,5/B – Roma, con inizio alle ore 16,00, il Consiglio Nazionale del Partito sul seguente o. d. g.:

     1- Quadro politico e prospettive in vista della Costituente Socialista;
     2- Campagna di adesione, problemi organizzativi e iniziative nelle Regioni;
     3- Integrazione organismi, gruppi di lavoro;
     4- Varie.




permalink | inviato da isocialisti il 27/9/2007 alle 20:10 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


22 settembre 2007

Costituente Socialista




permalink | inviato da isocialisti il 22/9/2007 alle 14:36 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


20 settembre 2007

Attività

 

Roma, 19 settembre 2007

Ai Componenti il Consiglio Nazionale

LORO SEDI

Cari compagni,

è convocato per giovedì 4 ottobre presso l’Hotel Universo - Via Principe Amedeo,5/B – Romacon inizio alle ore 16,00 il Consiglio Nazionale del Partito sul seguente o. d. g.:

     1- Quadro politico e prospettive in vista della Costituente Socialista;
     2- Campagna di adesione, problemi organizzativi e iniziative nelle Regioni;
     3- Integrazione organismi, gruppi di lavoro;
     4- Varie.
  Stante l’importanza delle decisioni da assumere siete pregati di non mancare.
                                                                                                 Cordiali saluti.-
                                                                                               IL PRESIDENTE
                                                                                             Nuccio Abbondanza
P.S. Vi ricordo che venerdì 5 e sabato 6 presso l’Auditorium della Confindustria - EUR - si svolge la Conferenza di programma della Costituente Socialista.




permalink | inviato da isocialisti il 20/9/2007 alle 10:21 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


29 agosto 2007

Catania





permalink | inviato da isocialisti il 29/8/2007 alle 20:36 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


28 agosto 2007

Spirito Laico





permalink | inviato da isocialisti il 28/8/2007 alle 21:30 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


23 luglio 2007

La mezza pensione o solo prima colazione?

    Il nostro Governo ha partorito. La  riforma del sistema pensionistico va al voto.
Non è mio desiderio infierire ma è necessario che si faccia chiarezza. La dipendenza   afferente alla Previdenza INPS  verrà lambita da  tali provvedimenti. In effetti  il comparto del mondo operaio e della dipendenza privata( 300.00 persone)  che si avvia alla conclusione della vita lavorativa o è stata già messa in quiescenza,  con provvedimenti incentivanti, o è stata posta in cassa integrazione,  con accollo alla comunità, oppure è stata semplicemente licenziata. I maggiori interessati ( circa 1.200.000 lavoratori) appartengono al comparto pubblico ove è usuale  arrivare al massimo dell'età pensionabile ovvero chiedere mantenimento in servizio e pretendere il rientro sotto forma di rapporto diverso. 
Il nodo non è la pensione per chi è arrivato o arriverà nei prossimi anni a maturarla,il problema è di chi non ha lavoro ed ha trent'anni.
Da un governo che annovera  fra i ministri  almeno due sindacalisti avremmo preteso almeno che si parlasse di  salario di disoccupazione e sistema di  accesso al lavoro  come nelle socialdemocrazie del nord Europa ma cosa vogliamo sperare da chi prioritariamente ha scelto di legiferare per l'indulto?
    ( Segretario Federazione di Roma  S.F.)




permalink | inviato da isocialisti il 23/7/2007 alle 23:14 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


18 luglio 2007

La Sede di Roma

E' operativa la nuova sede di Roma

del Partito

I Socialisti Italiani
Largo S. Alfonso,5
( Via Merulana-S.Maria Maggiore)
tel +39 0644363080



 




permalink | inviato da isocialisti il 18/7/2007 alle 23:5 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


18 luglio 2007

Sulle Pensioni

18/07/2007 - Dichiarazione sulle pensioni
 
Con riferimento al negoziato sulle pensioni tra Governo e Sindacati - perché di questo si tratta e non più di normale concertazione - il Presidente del Consiglio On. Prodi, ha affermato il Segretario dei Socialisti Italiani Zavettieri, dovrebbe guardare più agli interessi generali ed ai voti degli elettori italiani che agli interessi particolari ed ai voti in Parlamento della sinistra antagonista. Il nodo della previdenza e delle pensioni di anzianità, istituto che sopravvive solo in Italia più per conservare sacche di privilegio per apparati pubblici, para-pubblici e sindacali, che per tutelare gli operai che il più delle volte dopo la pensione non hanno cosa fare e dove andare, è strettamente legato alle politiche generali che il Governo intende adottare. Non c’è più chi non riconosce che l’enorme debito pubblico col conseguente insostenibile carico fiscale rappresenta un grave ostacolo ad ogni strategia di sviluppo che faccia della crescita economica, della competitività e dell’innovazione, delle nuove opportunità specie per i giovani, l’asse portante di una maggioranza di governo di centro - sinistra e riformista che vuole rinnovare l’economia, la società e le istituzioni e non scadere nella gestione ordinaria e nel ristagno economico e sociale. Il Ministro Bonino ha fatto bene a richiamare con la remissione del suo mandato al Presidente del Consiglio l’attenzione dei riformisti sotto qualunque bandiera collocati, ad una mobilitazione decisa, volta ad impedire un compromesso al ribasso sul tema delle pensioni destinato a pregiudicare la debole ripresa in atto, ad impedire una politica di sviluppo e modernizzazione ed il recupero di quei consensi che soli possono consentire all’attuale governo di proseguire sul suo cammino. La Costituente socialista per sua natura e cultura riformista non può che schierarsi senza riserve su questo versante contrastando il potere di interdizione e la spinta corporativa della nuova alleanza sinistra-sindacati ed invitando il Presidente del Consiglio ad un grande atto di coraggio dello stesso segno di quello compiuto da Craxi col decreto di San Valentino del 1984, pena la lenta agonia e la fine ingloriosa del suo governo.
 On. Saverio Zavettieri




permalink | inviato da isocialisti il 18/7/2007 alle 22:3 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


15 luglio 2007

Avanti

La dichiarazione ribattezzata «del 14 luglio», firmata a Roma
I socialisti vogliono tornare a unirsi
E' nata la costituente socialista sottoscritta da Sdi, Nuovo Psi e I socialisti. Boselli per il nuovo partito ha proposto il nome "Psi"
STRUMENTI

Boselli a destra e De Michelis, con il volto segnato dopo una caduta su un marciapiede (Eidon)
)
ROMA
- È nata la «Costituente socialista». Obiettivo: porre fine alla diaspora e riunificare i socialisti. Il via alla Costituente è stato dato con la firma di una dichiarazione (ribattezzata «del 14 luglio»), all'Auditorium del Massimo, a Roma. A sottoscriverla c'erano tutti i leader dei partiti che aderiscono all'iniziativa: Enrico Boselli (Sdi), Gianni De Michelis (Nuovo Psi) e Bobo Craxi (I socialisti). ll nuovo partito «entro la fine dell'anno», per il quale Boselli ha proposto il nome Psi e ha subito trovato l'appoggio di Gianni De Michelis. Sul palco, uniti dopo tanto tempo, Enrico Boselli, Roberto Villetti, Ugo Intini, Pia Locatelli, Gianni De Michelis, Mauro Del Bue, Alessandro Battilocchio, Saverio Zavettieri, Vittorio Craxi, Rino Formica. Entrano nella Costituente anche Roberto Barbieri e Lanfranco Turci (ex Ds), Cinzia Dato (ex Dl), Luigi Angeletti (Uil). Hanno assistito ai lavori della Costituente Willer Bordon (Dl) e Franco Grillini (Sd).
CONGRESSO A DICEMBRE - Il nuovo partito promuoverà a ottobre una conferenza programmatica e il congresso a dicembre. Boselli apre ad Angius e lo invita a lavorare «da lunedì» per un partito che faccia riferimento al Pse. Boselli non vuole rinchiudersi dentro i confini di Psi e Psdi. «La Costituente - dice Boselli - è aperta a tutte le forze che guardano al Pse».
15 luglio 2007 ( da La Repubblica 15.7.2007)




permalink | inviato da isocialisti il 15/7/2007 alle 22:39 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


15 luglio 2007

Fatto !!!!!

Firmata la Costituente

Sabato 14 Luglio 2007, finalmente, siamo arrivati alla firma della Costituente. Boselli, Zavettieri, Craxi , Villetti ...... hanno sottoscritto il documento alla presenza di migliaia di socialisti.




permalink | inviato da isocialisti il 15/7/2007 alle 20:13 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


12 luglio 2007

Manifesto Costituente





permalink | inviato da isocialisti il 12/7/2007 alle 13:46 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


10 luglio 2007

Costituente 14.luglio. 2007

Costituente Socialista,

Roma, Auditorium del Massimo,
sabato 14 luglio, ore 10,30

Via Massimiliano Massimo,1 ( Eur - Laghetto)




Siamo ai nastri di partenza, grazie alle dinamiche  nell'area dell'Unione, sembra che dopo tanto parlare qualcuno abbia messo la testa a partito. Cari compagni e cari cittadini è necessario essere presenti a questo evento. Vi invito, pertanto, a nome della Federazione di Roma e  Provincia a partecipare e sostenere chi ha creduto in questa azione fortemente necessaria per il ritorno della politica partecipata nel nostro Paese.

                                                          S.F. ( segretario federazione di Roma) 




permalink | inviato da isocialisti il 10/7/2007 alle 0:47 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


29 giugno 2007

All'Inferno

il Riformista

empty image
giovedì 28 giugno 2007


SOCIALISTI RIFORMISTI, VIL RAZZA DANNATA

Veltroni e Bertinotti sono persone amabili, gentili, con autentiche passioni politiche e civili. È difficile non stimarli e non voler loro bene. E, tra di loro, se ne vogliono molto. Entrambi sono amici miei, e - non è un paradosso - sono simili nell'approccio leggero alla politica e hanno in comune un convincimento: l'avversione al socialismo democratico, alla sua storia e alla sua attualità. Quel socialismo non è considerato fonte di idealità, di identità, di passioni, di generosità, ma solo di un piatto pragmatismo riformistico entro cui covano opportunismi e corruzione. Eppure non è così né Europa e né in Italia. Ma il fatto non riguarda solo loro due. Martedì sul “Foglio” la senatrice Rina Gagliardi ha scritto che «se il costituendo Pd ha bisogno di uno scatto, di una fisionomia più definita e di un leader più popolare, tutto questo non può che essere Walter Veltroni». Il quadro che si vuole delineare è questo: un partito di centrosinistra, moderato ma popolare, di «riformismo radicale» da una parte; un partito di sinistra «alternativa» dall'altra. Il socialismo riformista è invece morto in Italia e infrequentabile in Europa. Cari amici, è un quadro che non regge. E saranno i fatti a dircelo.

I




permalink | inviato da isocialisti il 29/6/2007 alle 17:9 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


27 giugno 2007

Si continua ...

    Come già riferito, nell'articolo precedente il giorno 5 luglio 2007, alle ore 18.00 presso la Sala Consiliare del Comune di Ciampino (Roma) si terrà  pubblica Assemblea dello SDI, I Socialisti Italiani e del Nuovo PSI.  L'evento è significativo per il percorso della Costituente Socialista Nazionale. All' evento interverrà il Segretario del Partito  de I Socialisti Italiani Saverio Zavettieri.
L'Assemblea precederà  di pochi giorni le due giornate della Convenzione che si terranno a Roma il 13 e 14 luglio.
La macchina è in movimento e  la base è profondamente  convinta del risultato finale.
L'area Socialista esiste e cresce.
                                                                 S. F.  Segretario Federazione di Roma






permalink | inviato da isocialisti il 27/6/2007 alle 16:56 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


22 giugno 2007

Avanti con la Costituente socialista

Il 21 giugno 2007 alle ore 18, si è tenuta a Marino (Roma) la riunione per la Costituente Socialista della Federazione  Castelli Romani-Litoranea, con la partecipazione dei dirigenti dello SDI, del Nuovo PSI e de I Socialisti Italiani. I rappresentanti dei Direttivi delle Federazioni socialiste partecipanti, hanno unanimamente  deciso di stabilire un coordinamento permanente finalizzato alla gestione politica della fase organizzativa dell'unificazione dei socialisti in tutta l'area della Federazione .....(omissis) ha stabilto altresì di convocare  una assemblea pubblica per il 5 Luglio a Ciampino con la partecipazione  dei Dirigenti Regionali e Nazionali in vista della Convenzione nazionale del 13 e 14 Luglio a Roma.
                             seguono le firme di  Adalberto Ferrante      SDI
                                                                Sergio Fioramonti       I Socialisti Italiani
                                                                Adriano Venditti          I Socialisti Italiani
                                                                Massimo Campanelli Nuovo PSI




permalink | inviato da isocialisti il 22/6/2007 alle 15:31 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


6 giugno 2007

Congresso Giovani Socialisti

Si avvicina la data del Congresso della Federazione Nazionale giovanile
de " I SOCIALISTI ITALIANI"
Confermata la data del 23 e 24 Giugno a Roma - Hotel Summit.
Inizio degli accreditamenti ed iscrizioni alle ore 14.00 con apertura del Congresso prevista per le ore 15.00. Previsto unn intervento programmato di Claudio Martelli sul tema: la politica lontano dai giovani.
Per la giornata di Domenica interventi di Saverio Zavettieri, Lanfranco Turci, Daniele Capezzone e Willer Bordon. ( Segreteria Federazione di Roma e Provincia)




permalink | inviato da il 6/6/2007 alle 22:20 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


23 maggio 2007

Congresso Nazionale Federazione giovanile

Cari Compagni, care compagne

il congresso della Federazione Giovanile de "I Socialisti Italiani" è fissato in via definitiva il 23 e 24 Giugno 2007a Roma presso l'Hotel Summit sito in Via della Stazione Aurelia,99 con inizio dei lavori previsto alle ore 15.00

Nei prossimi giorni distribuiremo il programma dettagliato della due giorni,con i relativi interventi programmati.

Auspichiamo la massima diffusione dell'evento e la relativa partecipazione di tutte le nostre energie e forze giovanili.

Nicola Carnovale
nicolacarnovale83@libero.it
346.6785437




permalink | inviato da il 23/5/2007 alle 18:2 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
sfoglia     ottobre       
 
 




blog letto 1 volte
Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom

COSE VARIE

Indice ultime cose
Il mio profilo

RUBRICHE

Diario
Poltica interna
Politica estera
Sanità Pubblica

VAI A VEDERE

I Socialisti Italiani
I Socialisti Italiani Roma
I Socialisti italiani Catania
Video Nassirya
La Repubblica
Il Manifesto
Il Riformista
Al Jazeera
Corsera
La Stampa
GARA
L'Unità


Non voglio dimostrare niente, voglio mostrare. Federico Fellini
<bgsound align="CENTER" loop="TRUE" autostart="TRUE" height="40" src="http:// herisson08.free.fr/zik/Enya.mp3 " controller="TRUE" playcount="10" width="180"></bgsound>

CERCA