.
Annunci online

isocialisti
Non parliamo di Socialismo, parliamo del Capitalismo


Poltica interna


13 marzo 2007

Novello Piero Gobetti

Goffredo Bettini lancia la piattaforma del Partito Democratico:
 Eguaglianza è Liberta'!!!!           
 Il profitto può essere un fattore di sviluppo!!!
 Il merito ... perchè no?!
 Basta con il Partito delle Tasse
 Garanzia  dei diritti e Giustizia sociale!
 Sinistra del ...fare!

Commento: Allora, a cosa serve  lo scatolone del Partito Democratico?
    I  Socialisti-Riformisti già esistono e da sempre lavorano per questo.

                                                                               




permalink | inviato da il 13/3/2007 alle 11:6 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


6 marzo 2007

PD

Dilemma: Il Partito Democratico decreta la fine dell'appellativo storico 

" SINISTRA"  ???




permalink | inviato da il 6/3/2007 alle 23:36 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


5 marzo 2007

Bertinoro: verso la Costituente

Convegno Nazionale Bertinoro, 3-4 marzo 2007 – Networkforprogress con un logo’Costituente Laica Liberalsocialista LLS. Verso la costituzione di una moderna forza laica liberalsocialista - a vocazione maggioritaria, in competizione con il Partito democratico, collocata in Europa nel PSE. Introduzione L.Turci. Comunicazioni: laicità e diritti civili. C.Flamigni. Politica internazionale. A.Benzoni. Politiche economiche. Club Porto-Franco-Milano. Riforma pensionistica.A.Giubileo. Interverranno: E.Boselli, P.Caldarola, N.Cariglia, B.Craxi, G.De Michelis, R.Formica, E.Macaluso, E.Marzo, F.Mosca, A.Musi, M.Perna, V.Spini, S.Zavettieri. Promosso da: Socialismo è Libertà, Associazione per la Rosa nel Pugno, Polo Laico, Liberale e socialista, Federazione Giovanile Socialista e decine di circoli laici e socialisti di base. Partner: Cooperativa A.Balducci di Forlì (FC). Per informazioni e adesioni:www.networkforprogress.it-info@networkforprogress.it. Centro Residenziale Universitario di Bologna, Via Frangipane, 6 – Bertinoro (FC).




permalink | inviato da il 5/3/2007 alle 19:35 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


16 gennaio 2007

Discorsi Parlamentari

  La Fondazione della Camera dei Deputati ha presentato oggi alla sala della Lupa il volume su " Discorsi parlamentari" di Bettino Craxi. Sala gremita e posti in piedi. L'evento presieduto da Bertinotti e Casini, protratto per circa  un'ora e mezza, alla presenza delle rappresentanze del mondo politico attuale e passato. Tante le teste canute: Ciampi, Vassalli, Maccanico, Formica, Elia. Altri: Spini, Boniver, Carraro, Zavettieri, Villetti. I fratelli Craxi.Giovani, naturalmente, solo fra gli inviati delle Agenzie.  Non si è rilevata la presenza di politici dei DS.  Sottolineato il richiamo a ricondurre la politica all'interno dei Partiti.




permalink | inviato da il 16/1/2007 alle 19:1 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


2 gennaio 2007

Buon anno

  • Ora più che mai le idee socialiste libertarie sono rilevanti, e la popolazione è molto aperta verso di esse. A dispetto della enorme massa di propaganda, al di fuori dei circoli colti, la gente mantiene abbastanza la propria tradizionale attitudine. Negli Stati Uniti, ad esempio, l’80% della gente vede il sistema economico come innatamente ingiusto e il sistema politico come una frode, che favorisce gli interessi speciali, non la gente. La maggioranza schiacciante della popolazione pensa che i lavoratori hanno troppa poca voce negli affari pubblici (la stessa cosa è vera anche per l’Inghilterra), che il governo ha la responsabilità di assistere la gente nei loro bisogni, che spendere per l’educazione e la salute ha la precedenza sui tagli al budget e alle tasse, che gli attuali propositi repubblicani che stanno navigando attraverso il congresso beneficiano il ricco e danneggiano la popolazione generale, e così via. Gli intellettuali possono raccontare una storia differente, ma non è molto difficile scoprire i fatti.   Noam Chomskj



  • permalink | inviato da il 2/1/2007 alle 19:27 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


    15 dicembre 2006

    Comunicato stampa

    COMUNICATO STAMPA

    Il Partito de “ I SOCIALISTI”  si riorganizza a Roma. Concluso il I° Congresso Provinciale di Roma  il 12.12.2006 con l’elezione dell’Assemblea  provinciale e del Segretario nella persona  del compagno Sergio Fioramonti. Ribadita la necessità di una forte presenza di veri Socialisti Riformisti nella compagine governativa, sottolineata  la difficoltà dell’attuale Governo a raccordarsi con la società civile  e lo sconcerto sia nel metodo che nel merito della Legge Finanziaria. Forte richiamo alla necessità di un ricongiungimento delle forze socialiste è venuto sia dalla base dei tesserati sia dai dirigenti del Partito. Programmato il prossimo Congresso Regionale  e  Nazionale.

    Il segretario  Provinciale di Roma

                                                                          

                                                                                       

                                                                                         




    permalink | inviato da il 15/12/2006 alle 19:5 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


    16 novembre 2006

    Civetterie

    A Prato, provincia di Firenze, è nato un nuovo movimento politico: I SOCIALISTI per le libertà. Il simbolo : un tulipano rosso.
    Si sentiva fortemente il bisogno di un  altro partito di ispirazione socialista. La domanda sorge spontanea, quando si parla di socialismo  conviene specificare che si intende finalizzarlo per la libertà? In questo caso addirittura si precisa: ... per le libertà. Quante? Due, tre, quattro ....? Altri partiti, è vero, contengono questa specifica.  Con questo si vorrebbe tranquillizzare  la cittadinanza sul fine  ultimo.  DL, Polo per le libertà... quello che  desta perplessità rimane, comunque , la pluralità delle libertà. Libertà del partecipare, del fare, del dire, di manifestare  o del farsi  i cavoli propri?
    Vi prego di leggere  il punto 2 dello Statuto di questo movimento


     Finalità e Principi Ispiratori ==

    Il Partito " I Socialisti " è un movimento politico, che si ispira a un moderno socialismo, fondato sugli irrinunciabili principi della libera iniziativa economica e della tutela delle classi deboli, capace di aggregare tutte le forze della società civile, di eliminare conflitti, divisioni ideologiche e diseguaglianze sociali. Il movimento dovrà concorrere con la sua attività, alla piena attuazione del principio di uguaglianza sostanziale sancito dall'art.3 della Costituzione. La sua attività politica dovrà avere una funzione costante di rappresentanza degli interessi collettivi e generali dei cittadini.


    Provate ad analizzare il testo e a rilevare quante affermazioni contengano l'esatto contrario di quanto vogliano intendere.

    Il messaggio è chiaro: Partito Civetta.    ATTENZIONE SE LO CONOSCI LO EVITI!





    permalink | inviato da il 16/11/2006 alle 18:24 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


    7 novembre 2006

    Una vita difficile

    Vita difficile quella del Partito Socialista. Frammentato in mille rivoli sino ad aggregazioni  ad una personam. La cultura socialista ha un grande difetto, manca del pragmatismo e correndo dietro ai pensieri  ad alta voce si autoaffonda. E' il gruppo politico più disaggregato della storia, regalando, tuttavia, ad altri le proprie idee.
    In questo momento storico i presupposti per un forte recupero ideologico esistono e sono  terreno fertile, ma non ci sono gli uomini che possano aggregare gli animi. L'individualismo e lo stretto interesse è malattia epidemica e in certi contesti diventa mortale.  Coloro che hanno portato a destra il partito socialista non possono raccogliere la sfida, cedano il passo e rimangano in silenzio. La loro esperienza potrà essere utile ma per bocca di altri. L'Europa è socialista, il sogno europeo è socialista, la vita si difende  con le idee socialiste. E allora?




    permalink | inviato da il 7/11/2006 alle 19:56 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


    6 novembre 2006

    Giacinto Da Padova

    Chiuso il Congresso dei Radicali a Padova. Rimpasto.
    Divorzio da Boselli, cosa già nota.
    I Radicali restano comunque in caccia di Socialisti. Staremo a vedere.




    permalink | inviato da il 6/11/2006 alle 12:45 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa


    1 novembre 2006

    Uno, il consenso, non se lo può dare!

    “ La Repubblica “ del 1° Novembre 2006, Mario Draghi, in un sapiente articolo,  espone la forte necessità ed utilità per la società del nostro Paese  ad  affrontare  il nodo delle pensioni. La soluzione, egli dice, è il sistema di confluenza nei Fondi dedicati. Un  escursus sulla tradizione italiana del risparmio fa da cappello all’articolo. La dissertazione appare pacata, ben strutturata  e convincente.  L’elemento che è alla base di questa linea di pensiero è il convincimento dello strato sociale  ad accettare una riforma siffatta. Non voglio entrare nel merito del problema e mi riservo di discuterne in un altro momento.
    Draghi sa benissimo  che l’onere  della proposta alla popolazione spetta alla classe politica e quest’ultima non può prescindere dal Consenso Sociale.

    Qui sta il problema.

    Il nostro paese ha rinunciatoalla fine degli anni ottanta al Primato della Politica. La guerra civile combattuta nei tribunali e sugli organi di stampa di allora poteva precipitare il paese in una  affermazione di un dispotismo che soltanto il contesto storico ha evitato.

    I poteri della finanza, dell’industria assistita, del crimine organizzato, delle banche e fondi monetari mondiali hanno scardinato un sistema politico che con il compromesso di una corruzione,come dire  palese ed accettata , aveva comunque  un forte consenso sociale e pertanto rappresentava un potere con cui dover fare  i conti. I sistemi finanziari internazionali non potevano avere uno spazio libero  su cui agire. Gli esempi di cosa sia nello stesso tempo avvenuto in altri paesi e continenti è documento corrente. In Italia  tutto doveva avvenire sotto forma democratica. In questi casi si usano i Tribunali, il resto è cosa nota.. Il Ministro Di Pietro,   intervistato  su il problema delle basi USA in Italia,  ha detto: … l’Italia non è uno Stato Sovrano.

    Questa è la tremenda confessione.

    Dopo aver distrutto la classe politica come sarà possibile riallacciare il Consenso Sociale con il Paese? Come sarà possibile avanzare proposte di riforme? Chi garantirà  la sicurezza vitale della cittadinanza?

    Caro Mario Draghi le riforme si fanno con il consenso, altrimenti è dittatura!




    permalink | inviato da il 1/11/2006 alle 12:51 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


    20 ottobre 2006

    Crimine politico organizzato

    Anno Zero,

    la trasmissione televisiva di Michele Santoro di giovedì 19 ottobre 2006 ha segnato un punto fermo nella denuncia dei rapporti  della criminalità organizzata e sistema politico nel Sud  del nostro Paese. Il contributo, vissutosulla propria pelle, dell’On. Saverio Zavettieri  è stato determinante e di altissimo valore politico.  Analisi politica talmente forte da  far sentire obbligato il conduttore Santoro ad esprimere le proprie, e quelle dell’intero staff, congratulazioni al Presidente del Partito“I Socialisti  utilizzando il periodo “  … per l’analisi di un uomo politico della, se mi si consente, prima Repubblica…”.  Infima figura, invece,  ha fatto il vice Ministro dell’interno Minniti che tralasciando l’opportunità politica  di   promuovere interventi del proprio ufficio, ha invece  difeso, in modo inopportuno e senza ritorno, una situazione interna al suo Partito dimostrando di non aver capito l’oggetto sconvolgente della trasmissione. Le sue dimissioni  potrebbero riabilitarlo.
    Scivolone della destra sociale, Storace propone una soluzione: togliere ai calabresi il diritto dell’indicazione della preferenza nelle tornate elettorali. Questo ha detto davanti ai  ragazzi di Locri dell’Associazione  Adesso ammazzateci tutti! Zavettieri, con fare compassionevole verso l’imbecillità manifesta, ha ricordato all’ex Ministro della Sanità che la soluzione è nella politica partecipata che oggi è un mero ricordo, grazie al passato Governo.





    permalink | inviato da il 20/10/2006 alle 17:32 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


    18 ottobre 2006

    Non sparate sulla Croce Rossa

      Il  sondaggio di Repubblica segnala la forte flessione, del Governo, in questi giorni durante i lavori della Finanziaria. Il denaro  per questa indagine se lo potevano risparmiare. L'attuale Governo ha  vinto le elezioni con un margine risicato e quando si cimenta in soluzioni legislative è ovvio che il consenso cala, la coalizione è fatta da diversi. Hanno scoperto l'acqua calda e parafrasando la pubblicità la prossima scoperta sarà la ... patata lessa.
    Si deve ricordare che quando hai partecipato al crollo culturale della nostra Società, il calo dei consensi è il meno che ti puoi aspettare. Il successo di queste elezioni non va  ricercato nell'attuale Governo ma nella sconfitta del berlusconismo. Teniamo duro e  torniamo alla Politica partecipata. La soluzione va ricercata nella riorganizzazione dei Partiti ...il  partito democratico  adesso non ce lo possiamo permettere.  
                                                              S.F. Coordinatore Provincia di Roma




    permalink | inviato da il 18/10/2006 alle 21:32 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


    9 ottobre 2006

    Divieto di balneazione

    Enrico Boselli è in mezzo al guado, ma la sponda è lontana.  Invece di cercare l'unificazione ha preferito continuare il percorso in solitario, unico stratega. Novello Achab ha condotto i compagni alla rovina. Il Partito Democratico (sic) avrà una gestazione lunga, molto lunga. Nei prossimi due anni il prode Enrico come si presenterà alle tornate elettorali, il suo simbolo non se lo ricordano neanche gli iscritti?  Giacinto, la vecchia Volpe ha vinto ancora. Intanto i compagni dello SDI esulano verso altri lidi. Il collante  di Turci non ha tenuto neanche un pò. La baracca non tiene, ma lui è contento così nel suo costruttivo silenzio.




    permalink | inviato da il 9/10/2006 alle 23:26 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


    8 ottobre 2006

    Casa facciamo da grandi

    La domanda sorge spontanea:   Il cittadino, esautorato dalla preferenza elettorale, che ha visto decidere  i componenti del Parlamento da un gruppo di non più di venti persone (dichiarazioni di Goffredo Bettini), quanto è profondamente interessato a che si discuta dell'importanza di creare un grande Partito Democratico, all'interno del quale  continuerà a non contare nulla?
    Proviamo a rispondere.




    permalink | inviato da il 8/10/2006 alle 10:25 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa


    7 ottobre 2006

    Lavoro adesso

      Venerdì  6 ottobre Manifestazione dei Precari a Roma e blocco dei trasporti  per azione di  sciopero delle municipalizzate. E' solo l'inizio? Speriamo. E' tempo che la società del nostro Paese sia consapevole che il rischio della deriva verso quello che  politologi definiscono la Fine del Lavoro è ormai prossimo.
      La generazione, che negli anni settanta ha usufruito della crescita culturale, della possibilità di un lavoro certo e dell' accesso al credito, ha fallito. Ha fallito quelle conquiste  ottenute da lotte politiche e di piazza. Ha fallito perchè non ha trasferito alla generazione successiva tale possibilità, cristallizzandosi nella propria  posizione e determinando il regresso culturale e di aspettativa della Società. In sintesi, il lavoratore  degli anni '50 poteva aspirare, per i propri figli, ad un livello di di autonomia, di crescita sociale  e culturale maggiore. Oggi questo non è più possibile e la famiglia ingoia il processo di crescita della discendenza che ha generato, senza possibilità di prospettive.
      La generazione successiva rischierà di ritornare a produrre  uno strato sociale che non potrà essere minimamente ricollocato  in quello che era il sottoproletariato o proletariato. Mancherà ad essi l'elemento di crescita democrafica e pertanto vedremo nascere una grande fascia di emarginazione ricca di  unità non aggregabili che determinerà l'aumento esponenziale di  richiesta di assistenzialismo economico e sanitario, nonchè un elevato tasso di piccola criminalità.  
       E' fondamentale che l'attuale Governo decida, in fretta, da che parte stare.  La soluzione economica è a portata di mano, intanto fuori da queste dannate Guerre!

                                                                                                                                                                                      S.F.




    permalink | inviato da il 7/10/2006 alle 11:6 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa
    sfoglia     gennaio       
     
     




    blog letto 1 volte
    Feed RSS di questo blog Reader
    Feed ATOM di questo blog Atom

    COSE VARIE

    Indice ultime cose
    Il mio profilo

    RUBRICHE

    Diario
    Poltica interna
    Politica estera
    Sanità Pubblica

    VAI A VEDERE

    I Socialisti Italiani
    I Socialisti Italiani Roma
    I Socialisti italiani Catania
    Video Nassirya
    La Repubblica
    Il Manifesto
    Il Riformista
    Al Jazeera
    Corsera
    La Stampa
    GARA
    L'Unità


    Non voglio dimostrare niente, voglio mostrare. Federico Fellini
    <bgsound align="CENTER" loop="TRUE" autostart="TRUE" height="40" src="http:// herisson08.free.fr/zik/Enya.mp3 " controller="TRUE" playcount="10" width="180"></bgsound>

    CERCA