.
Annunci online

isocialisti
Non parliamo di Socialismo, parliamo del Capitalismo


Diario


23 maggio 2007

Congresso Nazionale Federazione giovanile

Cari Compagni, care compagne

il congresso della Federazione Giovanile de "I Socialisti Italiani" è fissato in via definitiva il 23 e 24 Giugno 2007a Roma presso l'Hotel Summit sito in Via della Stazione Aurelia,99 con inizio dei lavori previsto alle ore 15.00

Nei prossimi giorni distribuiremo il programma dettagliato della due giorni,con i relativi interventi programmati.

Auspichiamo la massima diffusione dell'evento e la relativa partecipazione di tutte le nostre energie e forze giovanili.

Nicola Carnovale
nicolacarnovale83@libero.it
346.6785437




permalink | inviato da il 23/5/2007 alle 18:2 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


16 maggio 2007

Giovani socialisti

Federazione Giovanile “I Socialisti Italiani”

 

  Cara Compagna, caro Compagno,

 Come comunicato nella riunione del Consiglio Nazionale de “I Socialisti Italiani”, i giovani compresi fra i 16 e i 30 anni, come sancito nello Statuto del partito, intendo costituire la federazione giovanile. Il problema di una rinnovata e innovativa classe dirigente politica, rappresenta uno dei “gap” del sistema Italia. Il tutto è evidentemente più aggravato se si effettua una valutazione comparata con quanto avviene nei paesi del vecchio continente, e non solo con i modelli da sempre più avanzati dei paesi nordici, ma con quanto è avvenuto in Spagna, con un “quarantenne” alla guida del paese ed in Francia con il duello, tutto all’insegna del rinnovamento anche nelle modalità tra Segolenè Royal e Nicolas Sarkozy. Appare quindi del tutto chiaro che tale problematica non può essere ignorata, soprattutto da una forza, che si ispira al miglior socialismo riformista del Psi. Infatti, sia la degenerazione interna al Psi degli ultimi anni, da molti vissuto come luogo di realizzazione di interessi personali, sia la conseguente scomparsa dello stesso, non hanno consentito la formazione politica e culturale per dare alla tradizione socialista rinnovata linfa generazionale ed avere oggi, una classe politica idonea ad essere classe dirigente e guida di un nuovo corso progressista nella sinistra del paese. Mancano i cosiddetti quarantenni, quelli che permisero, nel bene e nel male, al Midas di ridare prospettiva e slancio ad un partito allora in forte crisi d’identità e privo di un effettivo ruolo nel paese. Insomma per i socialisti, manca una intera generazione. Quanto sia importante avere una capace e meritevole classe dirigente rinnovata, d’altronde, si incaricano i fatti dell’ultimo decennio e di quello in corso a dimostrarlo. I numerosi tentativi di ricostruire una forza socialista organizzata ed unitaria, hanno visto sempre come protagonisti soggetti appartenenti alla vecchia alta aristocrazia del partito ed ereditieri di essi, importanti per il loro prestigio e per la loro capacità d’analisi o memoria storica, ma che spesso, causa problematiche e rancori riconducibili a vicende remote, e non a diversità politiche che pur magari vi erano, li ha portati a scontrarsi e dividersi, e quindi, a non riuscire a rispondere a quella domanda d’unità e compattezza che ha riecheggiato e riecheggia tra la base. Anche alla luce di nuovi possibili avvenimenti politici, ci appare indispensabile, predisporre gli strumenti affinché quanto accaduto non si ripeta.
Pertanto, dopo una serie d’incontri tra tutti i giovani che sono componenti del consiglio nazionale del nostro partito, ed altri presenti e disponibili con cui eravamo in rete, abbiamo deciso di convocare per il prossimo 23 e 24GIUGNO a ROMA, Hotel Summit -via della Staz. Aurelia, 99, il Congresso della Federazione Giovanile. Sarebbe importante, anzi ti esorto, a segnalarci, giovani compagni che vogliono impegnarsi con noi in questo grande progetto e/o che intendono partecipare al nostro congresso nazionale.

 

Ti ringrazio dell’attenzione che mi hai prestato.

Nicola Carnovale  

 

P.s.:Ti lascio i recapiti ove puoi contattarmi.

Nicola Carnovale 346.6785437 (sempre disponibile)

P.sso sede nazionale: Tel 06.68892583 Fax 06.6892000

nicolacarnovale83@libero.it




permalink | inviato da il 16/5/2007 alle 19:10 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


10 maggio 2007

Comunicato Direzione Nazionale

Deliberato della Direzione Nazionale de “ISocialisti  Italiani”

 

La Direzione Nazionale del Partito de “I Socialisti” svoltasi a Roma per un esame della situazione politica dopo i Congressi dello Sdi, dei Ds e Dl, del Pdci e dell’assemblea della Sinistra Democratica,  conferma la scelta politica  compiuta al Congresso di Rimini per la costituzione di un soggetto riformista, laico e socialista ribadita nella relazione del segretario e approvata all’unanimità. Il progetto della Costituente Socialista rilanciata al congresso di Fiuggi dello Sdi si presenta come la strada maestra e l’unica percorribile per tutti i socialisti, i laici, i liberali, i riformisti di diversa provenienza, ma deve essere una costituente vera che sia capace di esprimere contenuti nuovi e segnali forti di cambiamento attraverso un profilo politico nuovo, una nuova immagine ed una nuova piattaforma programmatica. I congressi di Ds e Margherita, tutti centrati sui problemi dei rapporti interni e degli equilibri nell’ambito della coalizione di centrosinistra, hanno messo in luce più l’obiettivo vero di puntellare il bipolarismo traballante ed affermare, attraverso la fusione delle vecchie culture cattoliche e comuniste, il primato di una nuova cultura tutta da inventare, anziché dare risposte coerenti alla crisi istituzionale, politica e morale del paese. Il congresso del Pdci non ha offerto nulla di nuovo rispetto alle solite rivendicazioni di una sinistra pura e dura che purtroppo a distanza di quasi un ventennio della caduta del muro di Berlino, non prende atto del fallimento del sistema dei valori che richiamano il comunismo. La Direzione Nazionale de “I Socialisti Italiani” pur mantenendo attenzione ed interesse verso l’evoluzione della scelta di Angius e Mussi, esprime preoccupazione e riserva in ordine al fatto allo slogan “uniti a sinistra” manifesta l’intenzione di una cosa assai diversa dalla costituente socialista che si muove sul terreno marcatamente riformista. La risposta al Partito Democratico, che si proietta ad occupare  spazi di centro, non può essere la forte divergenza a sinistra, ne sulle forme, ne sui contenuti, che porta inevitabilmente alla saldatura con la sinistra radicale.

Le decisioni assunte dai Ds e dalla Margherita da una parte, e dal Pdci e dalla Sinistra Democratica dall’altra, in ordine allo svolgimento delle rispettive costituenti entro il mese di ottobre che polarizza il dibattito politico ed il confronto su queste due operazioni, comporta una forte accelerazione del passo nell’apertura del cantiere per la costituente socialista nella convinzione che senza un forte soggetto riformista il centro sinistra è destinato a restringere i propri spazi e a diventare minoritario all’interno del paese.
Non c’è chi non vede infatti come un risucchio delle componenti riformiste, laiche, liberali e socialiste verso una sinistra senza “aggettivi” non comporterebbe la perdita e non già l’acquisizione di consensi al centrosinistra. Per queste ragioni la Direzione de “I Socialisti Italiani” ritiene che sarebbe sbagliato ogni indugio, posizione d’attesa o rapporti tattici ed improduttivi con improbabili partner della costituente, e rinnova l’invito al compagno Enrico Boselli, all’apertura di un tavolo collegiale tra i soggetti già pronti e disponibili, partendo dallo stesso Sdi, I Socialisti Italiani, al Psdi al Movimento di Bertinoro, al fine di decidere regole, tempi e modalità di costituzione del nuovo soggetto politico convocando prima della pausa estiva una grande conferenza di programma per definirne contenuti e proposte politico programmatiche sui maggiori punti critici, quali la riforma dei partiti e la riduzione dei costi della politica, la partecipazione democratica ed il diritto all’informazione, la riforma della giustizia e del sistema scolastico ed universitario sempre più centrali nella vita del paese.
La Direzione Nazionale, decide l’adesione alla giornata “Orgoglio Laico” senza contrapposizione con la coincidente manifestazione del Family Day, ma per ribadire l’importanza della difesa della laicità dello stato che si presenta come un valore irrinunciabile per la convivenza civile e democratica dei cittadini.

Roma, lì 07 Maggio 2007                         La Direzione Nazionale




permalink | inviato da il 10/5/2007 alle 19:12 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


10 maggio 2007

A quando la Costituente?

Grande acume politico di E. Boselli. Sabato ci si misura con  " Il Family Day",  e l'unione si frammenta. Grande iniziativa.  Loro di quà e  lo SDI a P.za Navona. In effetti sarebbe meglio precisare che Boselli va a Pza Navona e non lo SDI. Il  Partito dei Socialisti Democratici è composto da persone ragionevoli che perseguono  finalità   concrete quali il recupero del Lavoro, della Sanità Pubblica, della certezza della Previdenza Sociale e la  formattazione di un  polo socialista. Ma l'Enrico va alla guerra e si misura, e ripete lo stesso errore di Aprile 2006. Errare humanum est ,  perseverare autem diabolicum. Appello a tutti i socialisti o coloro  che credono  nel Riformismo:  continuare ad organizzare la Costituente dalla base, Enrico è nella Luna.





permalink | inviato da il 10/5/2007 alle 10:13 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


7 maggio 2007

W la France

         Segoléne al 47%. In Francia risorge il Partito Socialista. Nonostante la vittoria della destra, il popolo francese riafferma il socialismo. Sarcos dovrà far i conti con questa realtà; formalità i rapporti con Bush. La vecchia Europa tiene e Sarcos ha la porta aperta per spingere la grande Francia, in piena autonomia, all'interno della Comunità Europea.
 



Diversa la situazione in Italia. Conclusi i Congressi di SDI, DS, Dl, PdCI e Convention Mussi /Angius, il Direttivo del Partito de I Socialisti Italiani, convocato oggi in Via di Lucina a Roma, ha analizzato lo scenario politico. La classe dirigente della Politica italiana non esiste. I Congressi dei citati gruppi politici hanno trattato le uniche argomentazioni relative alle lotte di posizione e di leadership, nessun riferimento a programmi di interesse per la nazione, nessun argomento sui temi sociali ed energetici. Nessun intento a modificare  la legge elettorale a beneficio del suffragio. Per quanto ci riguarda , noi, si va  avanti per la costituente  Socialista con o senza ....




permalink | inviato da il 7/5/2007 alle 22:24 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


2 maggio 2007

W La confusione

" La Repubblica ", diciamolo, lo fa apposta. Pure oggi attribuisce il Nuovo Psi a Bobo Craxi. Se gli stiamo sulle scatole lo dicesse chiaramente, il caro Ezio Mauro.

Testo del 2.5.2007: L'unità socialista. L'idea lanciata da Boselli di riunire tutte le forze socialiste in un unico partito raccoglie il 53% dei consensi. E se si andasse al voto il 7% delle preferenze. Un risultato dove si nota l'alta percentuale di "si" raccolta tra gli elettori del centrodestra (58% contro il 46% del centrosinistra). Il nuovo partito dovrebbe essere fatto dall'unione di Sdi (64%) e Nuovo Psi di Bobo Craxi (66%).




permalink | inviato da il 2/5/2007 alle 13:18 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


1 maggio 2007

Largo ai giovani

25/04/2007 18:50:05 - 154 letture INSABBIAMENTI

Concorsopoli a Roma. Un Professore Universitario denuncia alla Magistratura l'ennesimo concorso truccato. Questa volta il concorso truccato si è svolto presso la Sapienza di Roma, i cui esiti erano stati preventivati molto tempo prima dallo stesso professore. Nonostante la notorietà del fenomeno italiano “CONCORSOPOLI A TUTTI I LIVELLI”, a Strasburgo, la Corte Europea dei Diritti Umani ha aperto un procedimento, n. 11850/07, GIANGRANDE contro ITALIA, per l'insabbiamento di 15.520 (quindicimilacinquecentoventi) denunce penali e ricorsi amministrativi. La maggior parte di questi insabbiamenti è avvenuta presso le Procure. L'istante dr Antonio Giangrande è presidente della "Associazione contro tutte le Mafie", ONLUS, iscritta presso la Prefettura di Taranto nell'elenco delle associazioni antiracket ed antiusura. Si rileva, non solo l'immenso numero di procedimenti, a cui nulla è conseguito, pur con obbligo di legge, ma, addirittura, spesso e volentieri, colui il quale si era investito della competenza a decidere sulla denuncia penale, era lo stesso soggetto ivi denunciato o esposto. Da qui scaturiva naturale richiesta di archiviazione, poi prontamente accolta. Ogni tentativo di coinvolgere le istituzioni italiane preposte ha conseguito ulteriore insabbiamento. Tutto ciò è allucinante se si rapporta il numero su indicato a quello dei professionisti esercenti, delegati dai cittadini alla tutela dei diritti.

Tutto su www.associazionecontrotuttelemafie.org e www.malagiustizia.eu Alla voce attività contro i concorsi truccati, alla sezione concorsi scolastici e accademici truccati, c’è il riscontro alla denuncia suddetta. Alla voce attività contro gli insabbiamenti c'è il rendiconto analitico di denunce e ricorsi e alla voce riscontri istituzionali ci sono i pochi riscontri di solidarietà, ma non di soluzione. Sui siti c'è il filmato da una televisione locale sul tema concorsi truccati e raccomandazioni.

Dr Antonio Giangrande Presidente “Associazione contro tutte le Mafie”




permalink | inviato da il 1/5/2007 alle 15:41 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa
sfoglia     aprile        giugno
 
 




blog letto 1 volte
Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom

COSE VARIE

Indice ultime cose
Il mio profilo

RUBRICHE

Diario
Poltica interna
Politica estera
Sanità Pubblica

VAI A VEDERE

I Socialisti Italiani
I Socialisti Italiani Roma
I Socialisti italiani Catania
Video Nassirya
La Repubblica
Il Manifesto
Il Riformista
Al Jazeera
Corsera
La Stampa
GARA
L'Unità


Non voglio dimostrare niente, voglio mostrare. Federico Fellini
<bgsound align="CENTER" loop="TRUE" autostart="TRUE" height="40" src="http:// herisson08.free.fr/zik/Enya.mp3 " controller="TRUE" playcount="10" width="180"></bgsound>

CERCA