Blog: http://isocialisti.ilcannocchiale.it

La mezza pensione o solo prima colazione?

    Il nostro Governo ha partorito. La  riforma del sistema pensionistico va al voto.
Non è mio desiderio infierire ma è necessario che si faccia chiarezza. La dipendenza   afferente alla Previdenza INPS  verrà lambita da  tali provvedimenti. In effetti  il comparto del mondo operaio e della dipendenza privata( 300.00 persone)  che si avvia alla conclusione della vita lavorativa o è stata già messa in quiescenza,  con provvedimenti incentivanti, o è stata posta in cassa integrazione,  con accollo alla comunità, oppure è stata semplicemente licenziata. I maggiori interessati ( circa 1.200.000 lavoratori) appartengono al comparto pubblico ove è usuale  arrivare al massimo dell'età pensionabile ovvero chiedere mantenimento in servizio e pretendere il rientro sotto forma di rapporto diverso. 
Il nodo non è la pensione per chi è arrivato o arriverà nei prossimi anni a maturarla,il problema è di chi non ha lavoro ed ha trent'anni.
Da un governo che annovera  fra i ministri  almeno due sindacalisti avremmo preteso almeno che si parlasse di  salario di disoccupazione e sistema di  accesso al lavoro  come nelle socialdemocrazie del nord Europa ma cosa vogliamo sperare da chi prioritariamente ha scelto di legiferare per l'indulto?
    ( Segretario Federazione di Roma  S.F.)

Pubblicato il 23/7/2007 alle 23.14 nella rubrica Diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web